CARLO AVATANEO: I LUOGHI DELLO SPIRITO IN PIEMONTE

© Carlo Avataneo: ABBAZIA DELLA NOVALESA.  IL TAVOLO DI LAVORO DEL MONACO FRANCESCO

CARLO AVATANEO

I LUOGHI DELLO SPIRITO IN PIEMONTE

Mostra fotografica

27 aprile – 23 maggio 2010

AUDITORIUM RAI “ARTURO TOSCANINI”

Piazza Rossaro 15

TORINO

Inaugurazione martedì 27 aprile, ore 18

INGRESSO LIBERO

Tutti i giorni dalle 10 alle 18

Con il patrocinio di :

Comitato per l’Ostensione della Sindone , RAI , FIAF (Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche), Regione Piemonte

Fotografare con gli occhi dell’anima è dono raro e Carlo Avataneo in questo è maestro. Che si tratti di paesaggi , d’interni o di persone , la sua capacità di guardare nel profondo sempre ci rivela aspetti segreti, luci inattese e la grande poesia dei silenzi.

E’ dai silenzi che nasce questa mostra, maggiormente significativa perché allestita a Torino poco distante da dove l’ostensione della Sindone, il Lenzuolo del Grande Silenzio, raduna pellegrini da ogni parte del mondo.

I silenzi svelati  da Carlo Avataneo sono quelli che accolgono chi è alla ricerca di se stesso lontano dalla pazza folla nei luoghi dello spirito in Piemonte, abbazie, monasteri, certose, conventi, santuari, eremitaggi dove l’anima sempre viene accolta ed avvolta dal suono armonioso della pace.

Maria Giulia Alemanno

La mostra racconta dunque per immagini  i luoghi sacri del Piemonte, emblematici per valori storici, artistici e paesaggistici, in cui Comunità monastiche, oggi, percorrono le vie dello spirito, modellando le loro esistenze sui valori simboleggiati dalla Sindone, in concomitanza della quale questa esposizione è stata allestita.

Luoghi che rappresentano in territorio piemontese un percorso turistico di grande interesse, aperti a chiunque voglia soggiornarvi per condividere con le Comunità religiose una speciale esperienza di vita.

Un insieme emozionante di paesaggi, architetture, arte, ritratti di vita comunitaria di monaci e religiose viene narrato  da Carlo Avataneo attraverso un percorso di 121 fotografie, una dozzina per ciascuno dei dieci luoghi presentati.


I luoghi e le comunità monastiche

Abbazia della Novalesa, nei pressi di Susa (TO)

© Carlo Avataneo: MONACO A NOVALESA .

© Carlo Avataneo: MONACO ALL'ABBAZIA DELLA NOVALESA

Risalente all’età carolingia, è un sito storico e architettonico di grandissimo valore, che sorge sulla via che porta al valico del Moncenisio.
Proprietà della Provincia di Torino, che vi ha condotto con la Soprintendenza ai Beni Architettonici imponenti opere di restauro, ospita una comunità di una decina di Monaci benedettini esperti nel restauro del libro antico.

Sacra di San Michele, nel comune di Sant’Ambrogio (TO)

© Carlo Avataneo: LA SACRA DI SAN MICHELE IL GIORNO DI NATALE

© Carlo Avataneo: LA SACRA DI SAN MICHELE IL GIORNO DI NATALE

Nido d’aquila di epoca romanica su uno sperone di roccia –il monte Pirchiriano, alto 962 metri, all’ingresso della valle di Susa- dedicato al culto dell’arcangelo Michele, è luogo simbolo del Piemonte. Unico per valori architettonici e paesaggistici, è affidato alla custodia di una piccola comunità di sacerdoti Rosminiani.

Monastero delle Suore del Cottolengo, Pralormo (TO)

Sorge in solitaria posizione presso il Santuario cinquecentesco della Beata Vergine della Spina, sul limitare di boschi rigogliosi. La comunità è costituita da una trentina di Monache di clausura, dedite al ricamo, alla tessitura, alla pittura e alle pratiche agricole condotte con metodi assolutamente naturali.

Monastero “Dominus Tecum”, Prà ‘d Mill, sopra Bagnolo Piemonte (CN)

Situato in una bella conca avvolta dai monti e isolata tra i boschi, a 700 metri di altitudine, un monastero costruito appena una dozzina di anni fa e ancora in via di espansione, ma con l’impianto architettonico e il fascino degli antichi conventi, ospita una comunità di tredici Monaci cistercensi, provenienti in origine da Lerins in Francia. Celebre la produzione di marmellate e miele biologici.

Certosa di Pesio, nel comune di Chiusa di Pesio, in frazione San Bartolomeo (CN)

Sorge a 900 metri di altitudine a ridosso del Parco naturale dell’Alta Valle Pesio, in vista delle Alpi marittime.
E’ una famosa certosa fondata nel 1173 dai Certosini di San Bruno, per sec
oli centro di produzione agricola, artigianale e di grande cultura e spiritualità.
Una piccola comunità di Missionari della Consolata, che ne sono gli attuali proprietari, continua idealmente la tradizione, dedicandosi tutto l’anno alla pastorale per giovani e famiglie, con una ricca editoria di spiritualità.

Santuario di Oropa (Biella)

© Carlo Avataneo: IL SANTUARIO DI OROPA

© Carlo Avataneo: IL SANTUARIO DI OROPA

E’ a 1200 metri di altitudine, collocato in uno scenario paesaggistico di grande bellezza e inserito dall’Unesco nel Patrimonio mondiale dell’Umanità.
Viene praticata l’accoglienza mirata alle famiglie, con incontri religiosi per i pellegrini. La piccola comunità delle Figlie di Maria cura, con l’aiuto dei volontari, gli aspetti pratici dell’ospitalità. Il 21 novembre, festa del Santuario, si celebra una solenne processione in onore della statua molto venerata della Madonna Nera.

Monastero “Mater unitatis”, Miasino (NO)

© Carlo Avataneo

© Carlo Avataneo: MONASTERO DI MIASINO, LE MONACHE IN REFETTORIO

Sorge su una collina con grandioso panorama, dalla vetta del Mottarone al lago d’Orta: è un monastero della metà del ‘600 gestito da una comunità di clausura di Monache agostiniane, abili in varie attività artigianali: ricamo dei paramenti sacri, disegno e pittura, tombolo.

Abbazia “Mater Ecclesiae”, Isola di San Giulio (NO)

© Carlo Avataneo : ISOLA DI SAN GIULIO - Lago d'Orta

© Carlo Avataneo : ISOLA DI SAN GIULIO - Lago d'Orta

L’abbazia sorge a ridosso della basilica di San Giulio, fondata nel VI secolo.
Il complesso rappresenta il gioiello dell’isola ed è incastonata nello scenario del lago d’Orta. La comunità monastica di clausura è costituita da oltre settanta monache benedettine. Assai rinomati sono i laboratori delle icone, di tessitura, ricamo e restauro dei tessuti e paramenti antichi. Celebre è l’editoria di spiritualità.

Convento delle Suore Passioniste, Ovada (ACQUI)

La comunità di clausura, il cui fondatore è San Paolo della Croce, nato a Ovada nel 1694, è costituita da Suore italiane e indonesiane dedite alla contemplazione della Passione di Cristo, che ha il suo apice nel Giovedì, Venerdì e Sabato Santi e nella Pasqua. Molteplici le attività artigianali: confezione di oggetti religiosi, ricami, intaglio, pittura.

Un’ esperienza di eremitaggio sulle Alpi Marittime

Un vecchio cappuccino vive in solitudine, assistito episodicamente da due seminaristi dello stesso ordine. Conduce un’esistenza da eremita restaurando un piccolo complesso di baite in cui dimora, in contemplazione, preghiera e accoglienza dei numerosi turisti e pellegrini che si spingono fin lassù per incontrarlo.
Esperienza di solitudine che si colloca in maniera suggestiva all’interno di tutte le altre, vissute invece in comunità e in luoghi eclatanti.

✵✵✵✵✵

Carlo Avataneo

Professore di Lettere per 36 anni, giornalista pubblicista e fotografo.E’ autore di una dozzina di libri fotografici e calendari.

Il ”Calendario Avataneo” è alla XXIV edizione e ha ricevuto, a seconda del tema monografico trattato, il patrocinio di “Telefono Azzurro”, “Italia Nostra”, “Slow Food”, “Unesco”.
Ne hanno presentato le fotografie Domenico Agasso, Alberto Bersani, Giorgio Bocca, Giorgio Celli, Mario Fazio, Nico Orengo, Paolo Pejrone, Franco Piccinelli, Carlo Petrini, Gian Mario Ricciardi.

Altri calendari sono stati realizzati per Istituzioni, Enti e Ditte.

E’ stato segnalato e premiato in un centinaio di concorsi fotografici FIAF, nazionali e internazionali.

Da ricordare inoltre il primo premio al concorso “European Photo of the Year” edizione 1986 della rivista “Tuttifotografi”; il primo premio al concorso “Il ritratto” edizione 1988 della rivista “Progresso fotografico” e il premio internazionale “Giardini Hanbury” edizione 1999 che, nell’ambito del “Grinzane Cavour”, segnala il miglior libro fotografico dell’anno su paesaggio, parchi e giardini.

Primo premio nazionale dell’audiovisivo (Novara 1985).

Primo premio nazionale dell’audiovisivo scolastico (Mondavio 1986)

Secondo premio internazionale dell’audiovisivo scolastico (Mondavio 1987).

Ha presentato le sue fotografie in numerose mostre e proiezioni.

Fa parte della FIAF (Federazione Nazionale delle Associazioni Fotografiche)

Vive e lavora a Carmagnola (TO)

e mail: carloavataneo@tin.it

8 comments

  1. Just want to say what a great blog you got here!
    I’ve been around for quite a lot of time, but finally decided to show my appreciation of your work!

    Thumbs up, and keep it going!

    Cheers
    Christian, iwspo.net

  2. Just want to say what a great blog you got here!
    I’ve been around for quite a lot of time, but finally decided to show my appreciation of your work!

    Thumbs up, and keep it going!

    Cheers
    Christian,Diet Guide!

  3. Just want to say what a great blog you got here!
    I’ve been around for quite a lot of time, but finally decided to show my appreciation of your work!

    Thumbs up, and keep it going!

    Cheers
    Christian,Earn Free Vouchers / Cash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »