GUIDO NASI. Nuoto un po’ di felicità in un mare di lacrime

Guido Nasi con Alberto Granado nel settembre 2008 a Torino

Guido Nasi con Alberto Granado nel settembre 2008 a Torino.© Maria Giulia Alemanno

Presentazione del nuovo libro di

GUIDO NASI

Nuoto un po’ di felicità in un mare di lacrime

Biblioteca Gabriele D’annunzio

TORINO

Via Saccarelli 18

Venerdì 6 Febbraio, ore 18

Guido Nasi presenterà il suo libro, con letture del Piccolo Teatro dell’Arte.

Introdurrà la serata la giornalista de La Stampa Maria Teresa Martinengo di cui pubblichiamo il commento.

SOTTO LA PELLE DELLE PAGINE

Maria Teresa Martinengo

Non lasciatevi prendere dal titolo di questo librino, che può sembrare eccessivamente zuccheroso. Perché Guido Nasi non lo è e neppure i suoi scritti: questa è la sua seconda uscita dopo lo spartiacque avvenuto nove anni fa, che lo ha obbligato a rivedere i progetti e gli obiettivi,a ridimensionare i desideri. Insieme alle poesie ci sono otto racconti brevi che parlano di fatti che avvengono nei metri quadri di casa, il viaggio verso il frigorifero per prendere una bibita, l’impresa della Vestizione, Una Delle Più Valorose Gesta Mai Compiute…, fatti descritti con derisione, con umorismo nei racconti di gesti goffi, impacciati, maldestri, compiuti per operazioni che sembrano banali.

Le poesie di Guido, che si avvicinano e convivono con la prosa, tutte, hanno il peso di una vita che è stata fermata a un certo punto, la collera (se un dio esiste, è incommensurabilmente cattivo, p.74), la ribellione, e anche la leggerezza portata dall’ironia, una specie di doppio sguardo: quello dentro, rabbioso, e quello delle stesse cose viste da fuori, raffreddate, taglienti, sottili, che arrivano dellevolte a far ridere. L’ode alla coca-cola (p.78), il risveglio (p.67) sono due chicche.

La felicità dichiarata nel titolo non si sa se sia l’eco che rimane quando si scrive, quando si è coinvolti dentro una storia, quella specie di benessere che dà la creazione di un’idea scritta, di un verso finito, che lega quello che si vede con quello che invece no, e compare sulla pagina trasfigurato, reale, vero. E se si pubblica, tutti possono leggere i lampi di felicità, sentire il rumore delle bracciate nel mare, qualcuno può anche ridere di qualche espressione: intanto la rabbia, il tormento viene distribuito ai lettori insieme alla risata. Questo è il lusso della scrittura.

A Torino è possibile acquistare il libro alla Torre di Abele, in via Pietro Micca, 22.

Autore: Guido Nasi
Titolo: Nuoto un po’ di felicità in un mare di lacrime
Isbn: 978-88-6281-145-3
Euro: 10,00
Pagine: 96

Formato: 11,5×20

Editore: Altromondo Via C. Davila 14, 35100 Padova.

Tel. 0444 381614
Fax 0444 1720334
info@altromondoeditore.com

2 comments

  1. Salve, scrivo dal Ministero della Gioventù. Mi dispiace dover lasciare un commento pubblico ma non trovo un contatto privato. Ho trovato molte pagine sulla storia di Guido e mi piacerebbe poterlo contattare per dedicargli dello spazio in una rubrica dela Ministero chiamata “La Meglio Gioventù”. E’ possibile avere un suo contatto? Per qualunque informazione sono disponibile via mail. Ringrazio anticipatamante,
    Silvia Quaranta

  2. Salve, sono una studentessa. Per caso, oggi ho visto il servizio di Studio Aperto su Guido Nasi, e sono rimasta molto colpita. Ho provato anche io a cercare un suo contatto (mail), ma senza successo. Lei potrebbe aiutarmi? Ci terrei molto. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *