ITALO GILARDI all’Internazionale Italia Arte 2010 di Torino

Italo Gilardi: VIANDANTI, acrilico su tavola cm 100 x 110

Italo Gilardi: VIANDANTI, acrilico su tavola cm 100 x 110

Da poco  conclusa  con grande successo la Mostra Internazionale Italia Arte 2010 , svoltasi dal 15 al 30 aprile  nei metafisici  spazi torinesi di Villa Gualino , volentieri pubblico l’opera presentata da Italo Gilardi, artista di grandissima sensibilità, capace di trasferire in ogni suo lavoro  lo straordinario dinamismo che solo  caratterizza  la  vita di uomo in continua ricerca e in continuo viaggio.

Il quadro ricorda   il fotogramma di un film di cui Gilardi sembra aver curato nei dettagli anche lo storyboard. La protagonista, in bicicletta, attraversa  velocemente in un giorno di sole una piazza cittadina, la borsa della spesa appesa al manubrio, un’altra borsa a tracolla, importanti grumi di rosso e d’arancio che determinano l’equilibrio cromatico e compositivo. I passanti , che Gilardi definisce  poeticamente “viandanti”, modellati da luci che catturano dall’ aria i toni caldi  degli stessi colori,  si muovono in secondo piano  come comparse funzionali all’azione.
Dove sarà diretta la donna il cui viso non ci è, volutamente,  svelato? Quale altra scena può seguire , magari in un interno, dove Gilardi è maestro nel collocare le sue figure? Rimaniamo in attesa, ben consci che  nella  normalità  a volte si nasconde il mistero.

Sulla pagina del catalogo di Internazionale Italia Arte 2010 a lui dedicata , il critico Guido Folco, ideatore ed anima di tutta la manifestazione , ben ritrae   Italo Gilardi definendolo, a ragione,  “il prototipo dell’artista”.

“Sperimentatore, – si legge –  coraggioso interprete dell’oggi, sa osare e andare oltre le convenzioni, anche e soprattutto in pittura, dove emerge il suo spirito libero da condizionamenti visivi e mentali. La sua pittura è sempre ritmata cromaticamente, anche come, in questo caso, la tavolozza sfuma in infinite tonalità che racchiudono un universo coloristico ineguagliabile. Arte come colore, colore come emozione.”

Per meglio conoscere la complessità del suo lavoro vi invito a  visitare  il bel sito Mariella e Italo Gilardi dove scoprirete  la ricerca parallela di una coppia molto speciale : la ceramica di lei, la pittura, la grafica, la scultura di lui, un lungo viaggio affettivo ed artistico. E l’avventura  condivisa della vita.

Maria Giulia Alemanno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »