francesco-tabusso-e-maria-giulia-alemanno-a-chivasso-web

Con Francesco Tabusso, il mio maestro, a Chivasso

Francesco Tabusso e Maria Giulia Alemanno a Palazzo Santa Chiara – Chivasso Tengo molto a questa foto, scattata da Maria Giulia Bordini, sempre attenta a cogliere i momenti più significativi della mia vita di donna e d’artista, durante l’inaugurazione di una mia personale in Palazzo Santa Chiara a Chivasso, nel febbraio del 2002. In quell’ occasione, insieme ai miei fuochi di risaia, esponevo una prima serie di opere ispirate alla Santeria, il culto sincretico diffuso sull’ isola di Cuba. Il binomio bizzarro della pianura intorno a Crescentino e del mar dei Caraibi  colpì molto il mio maestro Francesco Tabusso, che …

Quando ALBERTO GRANADO, l’amico del “Che”, veniva a Crescentino

Alberto Granado con Yemaya e Ochun a Crescentino Elimina Condividi Aggiorna immagine del profilo Sposta Crea copertina album Si è verificato un errore. Riprova. Il 3 marzo dello scorso anno, se avessi cercato in Wikipedia notizie su Alberto Granado, avrei trovato il luogo e la data di nascita: Córdoba, 8 agosto 1922. Oggi un nuovo luogo, L’Avana, ed una nuova data, 5 marzo 2011, accompagnano il suo nome. Alberto ha lasciato il mondo che tanto amava in una notte stellata  di quasi primavera. E’ passato ad un’altra vita nel tepore del sonno, come inseguendo un nuovo sogno di viaggio, ma …

SANTERA DI POMPEI

SANTERA DI POMPEI n.2 © Maria Giulia Alemanno. Olio su tela Così l’ho immaginata, pallida come la luna, più vicina alla Villa dei Misteri che ad una  “casa templo” di l’Avana, la mia Santera di Pompei. Ma la barca collega i due mondi e la spirale li assorbe ed amalgama in un vortice d’infinito.

DANZA ELEGGUA

ELEGGUA – Maria Giulia Alemanno ©, tecnica mista su carta – 2003 Danza Eleggua monello felice nel rosso e nel nero nei tuoi abiti lisi. Danza per noi che fatichiamo a procedere e con le tue chiavi prodigiose aprici le porte della gioia, della serenità e della fortuna. Lavora per un mondo di pace, intervieni laddove gli uomini non arrivano e aiutaci  a recuperare l’allegria dell’infanzia che da tempo ci ha abbandonati. Insegnaci di nuovo a sorridere e scherzare perchè la vita ci sia più leggera come lo sono i tuoi passi di danza sulle pietre lucide della Vecchia Avana.

mar-de-la-habana-soledad-copy

Mar de la Soledad para ALBERTO GRANADO

La Habana. Mar de la Soledad para Alberto Granado Traduco questa sera in immagine il mio affetto per Alberto Granado regalandogli, se mi vede, un tramonto sul Mare di L’Avana che tante volte abbiamo guardato insieme. Una barca minuscola si sta allontanando ad incontrare il sole. Buen viaje  Mial, messaggero di pace e di libertà. Buon viaggio, papà Alberto. Porta con te  il grande amore che in tanti ti abbiamo dato e  sorridici, dovunque tu sia, ancora e sempre “encantado de la vida” Te quiero. Lella

alberto-granado-e-massimo-olivetti-cop

ALBERTO GRANADO questa volta è partito da solo

Alberto Granado e Massimo Olivetti nella casa di Miramar a L’Avana nel gennaio 2009 Alberto Granado è morto. Nella sua casa al Miramar dell’Avana si è addormentato e se ne è andato nel sonno. Credo per un altro viaggio, un lungo viaggio dei suoi, con un’altra Poderosa, per le strade di tutto il mondo. Alberto era, – che triste dover usare questo tempo verbale –  un uomo che ha attraversato il passato, il presente e il futuro. E in tutti questi momenti è sempre rimasto se stesso. Fondamentalmente, semplicemente un uomo. Chi non lo conosceva di persona lo accostava al …

santera-del-mare-viola-copy

SANTERA DEL MARE VIOLA

Maria Giulia Alemanno: SANTERA DEL MARE VIOLA, tecnica mista su carta Fabriano, 2007 MARÍA SOLEDAD, SANTERA DEL MARE VIOLA Uscì in piena notte dalla sua casa di calle de la Obra Pía María Soledad, da sette inverni santera di Yemayá. Sette come il numero magico della dea, sette come le balze della sua gonna d’acqua e di spuma, sette come le perline alternate della sua collana e sette come gli anni di Yasmina, nata dall’amore tormentato di Maria Soledad con Pedro Torres, anche lui santero, ma di Changó, dunque tanto forte quanto infedele. Non poteva negarlo. A volte un poco …

EL MAR FUGITIVO Y ETERNO in una bella mostra a L’Avana

CALLE L ENTRE 21 Y 23, VEDADO LA HABANA – CUBA Bello, molto bello il titolo scelto per questa mostra alla Galleria L “Extensión Universitaria“ di L’Avana, nel cuore culturale del Vedado, che raccoglie le opere di 19 artisti cubani appartenenti al progetto IMAGEN 3 diretto da Cecilio Avilès. Fuggitivo ed eterno: il mare è la fonte inesauribile d’ispirazione per pittori ed artigiani habaneros che ogni giorno, dal Malecón, forse la più suggestiva, interminabile passeggiata che esista al mondo, ne colgono i continui cambiamenti di colore ed umore. Blu, quasi nero nei giorni di burrasca si esprime in onde gigantesche …

maria-giulia-alemanno-con-yemaya-b

LA SESIA: ALEMANNO, L’ARTISTA CHE “DIPINGE” CUBA

Maria Giulia Alemanno di fronte a due delle grandi  tele che ha dedicato a Yemayá, la divinità dell’acqua di mare, sincretizzata a Cuba con la Virgen de Regla. Le sue grandi tele esposte al Museo Casa de África dell’Avana L’ARTISTA CHE “DIPINGE” CUBA Maria Giulia Alemanno racconta la Santeria Incontriamo la pittrice Maria Giulia Alemanno a Crescentino nella casa di famiglia, dimora accogliente come la padrona di casa. Davanti a una tazza di tisana inizia una chiacchierata che si protrae per un paio d’ore in un clima rilassato, dove si rincorrono ricordi e racconti intrisi di magia. Alemanno è l’artista …

Ochún danza per Maria Giulia Alemanno davanti al taller del Papel Artesanal a La Habana Vieja - Cuba

IL MIRACOLO DEL RINCÓN . Una storia sognante a L’Avana

IL MIRACOLO DEL RINCÓN di Massimo Olivetti Fu sicuramente un miracolo, un miracolo di carta. In Calle Mercaderes vicino alla Casa del Tabacco c’è una porticina, un piccolo patio e una lunga stanza. Appesi con mollette, fogli bagnati di carta. Lì si fa la carta, con stracci, giornali vecchi, fogli ingialliti. Se ne fa una nuova, fogli screspati, colorati, e si fanno scatole, ventagli, borse, tutto un mondo, un universo pergamenaceo. Da quella porticina in quel patio, anni fa, entrò un’italiana, una pittrice in cerca di nuovi colori, in cerca di nuove storie da raccontare sulle sue tele. Guardò le …

Translate »