Yemaya Olokun frente del Taller de Papel Artesanal _ La Habana_ Cubs

LA MIA YEMAYÁ OLOKUN nelle parole del critico d’arte MASSIMO OLIVETTI

in studio con  “I profondi abissi di Yemayá  Olokun” acrilico su tela, 125  x  500 cm. 2020 Una mia grande tela dal titolo “ I profondi abissi di Yemayá Olokun” è diventata una preziosa installazione nel Museo Casa de Africa di L’Avana.  Sono cinque metri lineari di alte onde al cui centro spicca l”immagine di una divinità ibrida, la somma di Yemayá, signora di tutti i mari, e Olokun, padrone delle buie profondità dell’oceano. All’ opera ha dedicato un testo il critico d’arte Massimo Olivetti che ben conosce l’affascinate realtà, o irrealtà, della religiosità afrocubana.   I PROFONDI ABISSI DI  YEMAYÁ OLOKUN di Massimo Olivetti …

Yemaya_Olokun_ Casa de Africa_ La Habana_ Alemanno_ inauguracion A

“LOS PROFUNDOS ABISMOS DE YEMAYÁ OLOKUN” 14a mostra personale di Maria Giulia Alemanno a Cuba

MARIA GIULIA ALEMANNO LOS PROFUNDOS ABISMOS DE YEMAYÁ OLOKUN 5 – 31 gennaio 2023 MUSEO CASA DE ÁFRICA LA HABANA VIEJA Cuba orari: Da martedì a sabato:  9.00 – 17.00 domenica:  9:00 – 12.oo. ingresso libero info: Museo Casa de África Calle Obrapía # 157 e/ Mercaderes y San Ignacio, Centro Histórico de la Habana +53 7 8615798 africa@patrimonio.ohc.cu Installazione della grande tela di Maria Giulia Alemanno ispirata a Yemayá Olokun Il Museo Casa de África de la Oficina del Historiador de la Ciudad de La Habana il 5 gennaio ha inaugurato la mostra di Maria Giulia Alemanno “Los profundos abismos de Yemayá Olokun“, una tela blu di cinque …

Maria Giulia Alemanno_Saffo e Britomarti_ wave_ detail_copy

SAFFO E BRITOMARTI – SCHIUMA D’ONDA

  SAFFO E BRITOMARTI – SCHIUMA D’ONDA da “Dialoghi con Leucò” di Cesare Pavese olio su tavola 100 x 70 cm. 2001 “Ad ogni  pennellata percepivo sulla pelle il loro abbraccio”. È eterno l’abbraccio di Saffo e Britomarti, entrambe trasformate in schiuma d’onda che si scompone e ricompone tra gli scogli. Il fato ha voluto unirle in una metamorfosi infinita che tuttavia non cancella il ricordo del loro passato. Lo accentua anzi con ossessiva ripetizione. Sono storie opposte, ma accomunate dalla passione, quelle della poetessa greca  e della ninfa dei boschi. Vuole la leggenda che Saffo, non riamata dal barcaiolo Faone, …

Atelier_ caos_ copy 2

IL MIO SPAZIO DI LAVORO. Caos o complessità. Un altro sguardo

Il mare dentro di me è rimasto impresso sulle tavole che sorreggono i miei lavori. Grandi onde, profondi fondali. L’inconscio è pittore informale. Caos o complessità? Chi può dirlo? Passano gli anni e le domande crescono come alte maree. Traduco la mia vita in pennellate e segni. Un giorno, quando arriverà la quiete,  il mare sarà una pozza d’azzurro. Nell’attesa mi chiedo cosa sia la serenità. Neanche Olokun, signore degli abissi, sa darmi risposta.  

tiny suspended shelter_face_copy

PICCOLO RIFUGIO SOSPESO DI FRONTE AL MARE

“Piccolo rifugio sospeso” inchiostro di china, acquerello, pastelli su carta Fedrigoni Laggiù tra gli scogli, dal piccolo rifugio sospeso che guarda il mare la linea dell’orizzonte non fa paura. Ti sembra di poterla toccare, persino accarezzare. Non essere triste. Mettiti in cammino, arrampicati, raggiungilo. Il sole, il vento, la luna e le stelle ti faranno compagnia.  

Yemayá Akuara copy

NEL GIORNO DI YEMAYA

Yemaya Akuara del ciclo “Yemaya y sus siete caminos” acrilico su tela cm 250 x 180 2006 Nel giorno di Yemaya, la grande madre regina di tutti i  mari, mi piace pensare ad un incontro tra donne, amiche sorelle che condividono gioie ed emozioni. Acque dolci ed acque salate.  Profondamente noi.

IO E OCHUN small

OSHUN DAL PASSATO PER AFFRONTARE IL FUTURO

Con Oshun acrilico su tela di sacco cm 180 x 115 2004 Non so se sia saggio ripescare nel fiume del passato che inesorabilmente scorre. Rischia anzi  di essere doloroso perché il tempo non sosta nemmeno nelle anse più nascoste e segue la corrente verso il grande mare,  sua unica meta. Ma oggi della luce di Oshun, o Ochún come la chiamano a Cuba, o Oxun in Brasile,  ho bisogno come dell’acqua e del pane. Ho bisogno della bellezza dell’amore e dei sogni per sopravvivere ad un presente inquinato ed incerto. Ho dipinto la divinità dalle mille passioni che appare …

RAGAZZA IN VIOLA DAVANTI AL MARE copy

RAGAZZA IN VIOLA DAVANTI AL MARE

“Ragazza in viola davanti al mare” acquerello e grafite su carta Fabriano tipo a mano con bordi irregolari cm 19 x 28 circa 1982 Dal passato ricompare la ragazza in viola davanti al mare. La ricordavo immersa in velature color carta da zucchero, meno pensosa, più serena. Il tempo che segna impietoso anche  le creature più inconsistenti me l’ha restituita  ingrigita, stanca, come una signora che ormai conosce i disinganni della vita. Non ha rughe sul viso ma nel cuore sì, tante, ragnatele invisibili che imprigionano la luce e i sorrisi.

NOTTE DI STELLE part 1 copy

NOTTE DI STELLE LIMPIDA E QUIETA

“Notte di stelle” matita blu su cartoncino cm 9,5 x 7,2 2017 In quella notte di stelle limpida e quieta, lei si lasciava cullare dai ricordi. Il presente la spaventava più di un orco dalle grandi fauci. Preferiva vagare nel passato  alla ricerca di amici ormai lontani e di se stessa. Le sembrava a tratti di dissolversi nell’aria per raggiungere chi di loro se n’era andato per sempre, ed erano ormai tanti,  più di quelli rimasti. ” Dov’è finito il tuo sguardo luminoso?” le chiedeva Francesco. “Dove hai lasciato il tuo bel sorriso?” aggiungeva la Pita. “Non lo so – …

PICCOLE DONNE riunite 2 copy

Piccole donne su e giù

Piccole donne insieme acquerello liquido su fogli bianchi di 16,5 x 11,5 cm  pennello e canna di bambù della serie “Piccole donne di carta” Su e giù, così è la nostra vita ogni giorno, ogni momento. Sempre sottosopra sempre inquieta. Abbiamo poco tempo per meditare, ancor meno per creare. Sogniamo conche silenziose, rifugi isolati, davanti al mare in boschi di montagna dove ordinare il caos e ritrovare la pace.  

Translate »