8 marzo. Quante cose ancora da dirci…

8 march - Maria Giulia Alemanno

© Maria Giulia Alemanno: Quante cose ancora da dirci…
tecnica mista su tavolozza
2016

Cara Pita,
anche quest’anno è arrivato l’8 marzo ma non c’è nulla da festeggiare. 
Quasi azzerati i contatti, sono in compenso aumentate le violenze.
Tante, troppe su noi donne.
Tu che vivi ormai da tempo in un’altra dimensione,
guarderai con incredula tristezza questo nostro mondo impazzito.
Ricordi le lotte, le emozioni condivise,
la voglia di cantare al vento la nostra libertà?
Tutto mi sembra ora inghiottito dal silenzio irreale
di un pericoloso mare immobile.
Ma quante cose ancora da dirci, amica sorella mia!
Perché nonostante tutto, come allora, ci unisce
il filo rosso
della  speranza.
Lella

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *