Maria Giulia Alemanno YEMAYÁ SAPEVA. olio su valigia di cartone, 2009

LA VALIGIA…viaggio nell’immaginario femminile. Nuova sosta:CASCINA ROLAND – Villar Focchiardo (Torino)

Continua, ed è destinata a nuove soste, l’avventura artistica di una mostra suggestiva. Ideata ed organizzata da Maria Antonietta Claretto LA VALIGIA… VIAGGIO NELL’IMMAGINARIO FEMMINILE sarà dal 7 al 15 novembre 2009 a CASCINA ROLAND VILLAR FOCCHIARDO (TORINO) orari visita: tutti i giorni 15,00 -18,00 chiuso lunedì Ingresso libero info 328-8649957 Preparatevi ad intraprendere con un gruppo di donne un appassionato viaggio dell’anima. Grazie al loro intervento la valigia si trasforma in affasciante supporto di opera d’arte. E’ un modo originale e romantico di viaggiare nell’ immaginario di ciascuna artista che svela ricordi, fantasie, sogni, emozioni e anche riflessioni sui …

Maria Giulia Alemanno. YEMAYÁ DI SAN GRISANTE. Improbabile apparizione della dea tra le risaie di C

IMPROBABILE YEMAYÁ DI SAN GRISANTE

Improbabile? Chissà… Se mai apparisse un giorno, regina di tutti gli oceani, veleggiando in acque basse di risaia, gli aironi le farebbero corona. Bianca e azzurra, quasi trasparente, ci porterebbe il calore di Cuba e la spuma avvolgente delle sue onde. Noi le offriremmo le conchiglie fragili di un mare remoto, incastonate oltre il Po, nel tufo bianco di collina. Da queste parti, in fondo, siamo gente di mare.

IL MIRAMONDO. FOSCO MARAINI, 60 anni di fotografia. Una grande mostra a Chivasso

IL MIRAMONDO FOSCO MARAINI 60 anni di fotografia MUSEO CLIZIA – PALAZZO LUIGI EINAUDI Piazza D’Armi 6 Chivasso – 10034- (TO) 17 ottobre 2009 – 24 gennaio 2010 vernissage: 17 ottobre 2009 ore 18 orario: mercoledì 9.30-12.30; giovedì e venerdì 16.00-19.00; sabato e domenica 10.00-12.00 e 16.00-19.00 (possono variare, verificare sempre via telefono) Ingresso libero Aveva soltanto 18 anni Fosco Maraini quando espose i suoi primi lavori alla Mostra Nazionale di Fotografia Futurista di Roma. Grande intellettuale e filosofo, nato a Firenze nel 1912, trasformò la fotografia in diario per immagini dei luoghi che visitò nel corso di una vita, …

Montalto Pavese: Premio Letterario Marco Custodero

L’immagine è tratta dalla Home page del Comune di Montalto Pavese Montalto Pavese Prima edizione del Premio Letterario MARCO CUSTODERO Scadenza 30 Ottobre 2009 La Biblioteca Comunale di Montalto Pavese bandisce la prima edizione del Premio di Narrativa per opere inedite in lingua italiana a tema libero o ambientate nel territorio dell’ Oltrepò Pavese o delle Langhe o in entrambi. Il Premio, nato dalla volontà della famiglia di Marco Custòdero, si pone l’obiettivo di scoprire e valorizzare nuovi autori del panorama nazionale che sappiano riscoprire, valorizzare e intuire elementi di affinità e continuità fra l’ambiente rurale, culturale, sociale oltrepadano e …

bandiera-dozza1jpg1

GINO PELLEGRINI dipinge a Dozza il VESSILLO DI GAIA

le sue stelle e la bandiera di Gaia, la terra. Il 20 settembre 2009 Gino Pellegrini ha innalzato a Dozza il Vessillo di Gaia. Un alzabandiera simbolico ed inusuale , nella miglior tradizione delle azioni pittoriche di questo scenografo generoso ed instancabile che, con abilità sorprendente , sa rivelarci in un soffio tutta la poesia dalla terra e dal cielo. Dapprima è apparso uno squarcio di cielo stellato, poi la terra, quindi la silouette della bandiera, infine la scritta, col titolo a destra dell’asta. Il tutto realizzato con la velocità e la maestria che caratterizzano il lavoro di Gino Pellegrini. …

Maria Giulia Alemanno. ELEGGUÁ. tempera e acrlico su iuta cm 180 x 115 - 2004

ORISHAS – Maria Giulia Alemanno MI PANTHEÓN YORUBA

ORISHAS – Maria Giulia Alemanno MI PANTHEÓN YORUBA Su YouTube ancora MIS ORISHAS in un video più ampio e definito . Li accompagnano sempre la musica struggente dei Lecuona Cuban Boys (Tabu) e quella rituale di Francisco Aguabella (Yemayá). Il racconto si arricchisce dunque di suoni che mi aiutano a evocare più intensamente l’anima profonda dell’Africa lontana così come, credo, la portassero nel cuore, gli schiavi giunti a Cuba in catene.

IL CORPO DELLE DONNE: un documentario su cui meditare

Diceva Anna Magnani al truccatore che prima del ciak stava per coprirle le rughe del volto: “Lasciamele tutte. Non togliermene nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele”. In IL CORPO DELLE DONNE immagine tratta da picasaweb.google.com Digitate http://www.ilcorpodelledonne.net/ Cercate DOCUMENTARIO. Troverete il video trasmesso dalla trasmissione “L’infedele” di Gad Lerner. Per tutte le amiche e le donne che hanno un’identità, una personalità e che si sentono “esseri umani” pensanti e non “merci” da vendere/comprare/scambiare, consiglio di dare un’occhiata : rendiamoci conto dell’immagine che ci viene incollata addosso e non stupiamoci se nella vita vera si moltiplica la capillare, …